Audit di banche e società di intermediazione mobiliare

Le società di audit svolgono un ruolo molto importante nell'audit prudenziale corrente di banche e società di intermediazione mobiliare. Verificano che i requisiti normativi di base di tipo quantitativo e qualitativo siano integralmente rispettati. Devono inoltre tenere conto di tutti i rischi significativi ai quali gli assoggettati alla vigilanza sono individualmente esposti.

Entro i quattro mesi successivi alla chiusura annuale, le società di audit eseguono una valutazione approfondita della situazione di rischio degli assoggettati alla vigilanza e la presentano alla FINMA utilizzando un modulo standard. L'analisi dei rischi copre tutti i campi di verifica e ha lo scopo di determinare il rischio netto a partire da una combinazione dei diversi fattori di rischio.

Strategia di audit in funzione dell'analisi dei rischi

Presso gli assoggettati delle categorie di vigilanza della FINMA 3-5 viene impiegata una strategia di audit standard. Il rischio netto nei campi di verifica determina la periodicità dell'audit e l'ampiezza con cui deve essere effettuato. Presso gli assoggettati delle categorie di vigilanza 1 e 2 la FINMA esercita invece una maggiore influenza sui campi di verifica da coprire, definendo la strategia di audit di concerto con la società di audit. Le società di audit attuano la strategia di audit in loco presso gli assoggettati.

Gli assoggettati delle categorie di vigilanza della FINMA 4 e 5 che non presentano una situazione di rischio elevato né carenze significative hanno la possibilità di avvalersi di una frequenza di audit ridotta. Se la FINMA approva la domanda, la società di audit svolge gli atti di verifica in loco presso l'assoggettato solo ogni due o tre anni.

Rendiconto

In un rapporto standardizzato sull'audit prudenziale delle banche e delle società di intermediazione mobiliare, le società di audit comunicano alla FINMA i risultati delle loro verifiche. Il rapporto contiene indicazioni generali relative allo svolgimento dell'audit, una dichiarazione di indipendenza della società di audit nonché ulteriori informazioni sull'andamento dell'attività e sull'organizzazione dell'istituto interessato. Include altresì i commenti della società di audit relativamente alle irregolarità rilevate o alle raccomandazioni di miglioramento fornite.

Incaricato della verifica

In circostanze particolari la FINMA può avvalersi di un incaricato della verifica. Può nominare quali incaricati di verifiche altre società di audit abilitate o terze parti indipendenti che dispongano dell'esperienza e delle conoscenze specialistiche necessarie.

Documenti

2013/03 Circolare FINMA Attività di audit (06.12.2012)

Attività di audit

Ultima modifica: 04.12.2019 Dimensioni: 0,58  MB
Aggiungere ai favoriti

Allegati alla Circolare «Attività di audit»

Anhang 2: Standardprüfstrategie Banken / Wertpapierhäuser

Ultima modifica: 04.12.2019 Dimensioni: 0,28  MB
Aggiungere ai favoriti
Anhang 13: Risikoanalyse Banken / Wertpapierhäuser

Ultima modifica: 04.12.2019 Dimensioni: 0,28  MB
Aggiungere ai favoriti

Guide pratiche alla circolare «Attività di audit»

Wegleitung zur Durchführung der Aufsichtsprüfung

Ultima modifica: 10.01.2020 Dimensioni: 0,28  MB
Aggiungere ai favoriti
Wegleitung zur reduzierten Prüfkadenz

Ultima modifica: 24.02.2020 Dimensioni: 0,13  MB
Aggiungere ai favoriti

 Rapporto sull'audit di vigilanza

Rapporto sull'audit prudenziale delle banche

Applicabile al rendiconto a partire dal 1.1.2018

Ultima modifica: 01.01.2020 Dimensioni: 0,2  MB
Aggiungere ai favoriti

Audit nel ambito della procedura di autorizzazione

Cambio di società di audit

Prestazioni di servizio delle società di audit abilitate

Ultima modifica: 31.07.2018 Dimensioni: 0,4  MB
Aggiungere ai favoriti
Backgroundimage