Attività di audit presso gli istituti ai sensi della LIsFi e della LICol

Nella vigilanza sui seguenti titolari dell’autorizzazione la FINMA si avvale di società di audit prudenziale, che operano come braccio prolungato
  • Gestori di patrimoni collettivi
  • Direzioni dei fondi
  • SICAV e SICAF
  • Società di accomandita per investimenti collettivi di capitale
  • Banche depositarie
  • Rappresentanti di investimenti collettivi di capitale esteri

Analisi dei rischi e strategia di audit

Entro sei mesi dalla fine dell'esercizio di un titolare dell'autorizzazione, le società di audit inoltrano alla FINMA, mediante un modulo standardizzato e in via elettronica, una valutazione della sua situazione di rischio e della conseguente strategia di audit.

L'analisi dei rischi copre tutti i campi di verifica e ha lo scopo di determinare il rischio netto risultante da una combinazione dei vari fattori di rischio in funzione dell'attività.In linea di principio, presso gli assoggettati della categoria di vigilanza 5 viene impiegata una strategia di audit standard. Il rischio netto nei rispettivi campi di verifica determina la periodicità dell'audit e l'ampiezza con cui deve essere effettuato. Presso gli assoggettati della categoria di vigilanza 4 la FINMA può invece esercitare una maggiore influenza sui campi di verifica da coprire, definendo la strategia di audit di concerto con la società di audit.

Gli assoggettati della categoria di vigilanza 5 che non presentano una situazione di rischio elevato né carenze significative nel sistema interno di controllo hanno la possibilità di avvalersi di una frequenza di audit ridotta. Se la FINMA approva l'apposita richiesta, la società di audit effettua le verifiche solo una volta ogni due anni in loco presso l'assoggettato. Negli esercizi che non prevedono l'intervento della società di audit viene meno anche l'analisi dei rischi e la strategia di audit.

Rendiconto

In un rapporto standardizzato sull'audit prudenziale le società di audit comunicano alla FINMA le loro constatazioni e raccomandazioni sulla base delle verifiche svolte. Il rapporto contiene altresì indicazioni relative allo svolgimento dell'audit, una dichiarazione di indipendenza della società di audit nonché ulteriori informazioni in conformità alle disposizioni della FINMA.

Incaricato della verifica

In circostanze particolari la FINMA può avvalersi di un incaricato della verifica. Può nominare quali incaricati di verifiche società di audit abilitate o terze parti indipendenti che dispongano dell'esperienza e delle conoscenze specialistiche necessarie.

Documenti

2013/03 Circolare FINMA Attività di audit (06.12.2012)

Attività di audit

Ultima modifica: 04.12.2019 Dimensioni: 0,58  MB
Aggiungere ai favoriti

Allegati alla Circolare «Attività di audit»

Anhang 5: Standardprüfstrategie Vertreter

Ultima modifica: 04.12.2019 Dimensioni: 0,19  MB
Aggiungere ai favoriti
Anhang 7: Standardprüfstrategie SICAV

Ultima modifica: 04.12.2019 Dimensioni: 0,19  MB
Aggiungere ai favoriti
Anhang 8: Standardprüfstrategie KmGK (inkl. Komplementär)

Ultima modifica: 04.12.2019 Dimensioni: 0,19  MB
Aggiungere ai favoriti
Anhang 9: Standardprüfstrategie Depotbank

Ultima modifica: 04.12.2019 Dimensioni: 0,19  MB
Aggiungere ai favoriti
Anhang 15: Risikoanalyse FINIG/KAG

Ultima modifica: 04.12.2019 Dimensioni: 0,21  MB
Aggiungere ai favoriti

Guide pratiche alla circolare «Attività di audit»

Beilage der Wegleitung KAG: Rechtliche Grundlagen 2020

Ultima modifica: 31.07.2020 Dimensioni: 0,14  MB
Aggiungere ai favoriti
Beilage der Wegleitung KAG: Rechtliche Grundlagen 2019

Ultima modifica: 06.03.2019 Dimensioni: 0,14  MB
Aggiungere ai favoriti

Punti di verifica

Requisiti di audit LRA

Modula di rilevamento dati 2019 Asset Management

Ultima modifica: 15.01.2020 Dimensioni: 0,07  MB
Aggiungere ai favoriti
Prüfpunkte Marktverhalten und Marktintegrität

Ultima modifica: 19.05.2020 Dimensioni: 0,14  MB
Aggiungere ai favoriti
Prüfpunkte zu Verhaltensregeln Suitability

Ultima modifica: 08.03.2017 Dimensioni: 0,14  MB
Aggiungere ai favoriti
Prüfpunkte zu Verhaltensregeln FIDLEG (Suitability)

Anwendbar für Prüfungsperioden beginnend am oder nach dem 01.01.2020, sofern das Institut die Verhaltensregeln des FIDLEG vor Ablauf der Übergangsfrist (FIDLEV Art. 105 Abs. 2) anwendet

Ultima modifica: 28.09.2020 Dimensioni: 0,14  MB
Aggiungere ai favoriti
Prüfpunkte zum Risikomanagement bei Crossborder Aktivitäten

Ultima modifica: 19.05.2020 Dimensioni: 0,14  MB
Aggiungere ai favoriti

 Rapporto sull'audit di vigilanza

Audit nel ambito della procedura di autorizzazione

Cambio di società di audit

Prestazioni di servizio delle società di audit abilitate

Ultima modifica: 31.07.2018 Dimensioni: 0,4  MB
Aggiungere ai favoriti
Backgroundimage