News

Comunicato stampa
TBTF
2020

La FINMA giudica attuabili i piani svizzeri d’emergenza delle grandi banche

L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA pubblica un rapporto in cui effettua un’analisi completa della strategia di recovery e resolution delle banche svizzere di rilevanza sistemica. Giudica attuabili i piani d’emergenza di Credit Suisse e UBS, mentre quelli presentati da PostFinance, Raiffeisen e Banca Cantonale di Zurigo non adempiono ancora i requisiti di legge.

Le due grandi banche svizzere hanno dovuto sottoporre alla FINMA, entro la fine del 2019, piani d’emergenza attuabili per le funzioni di rilevanza sistemica in Svizzera. Alla luce di queste premesse, la FINMA ha pubblicato un rapporto in cui spiega progressi compiuti nello svolgimento dei lavori di stabilizzazione e liquidazione (pianificazione in materia di recovery e resolution, v. glossario di seguito) per tutti gli istituti svizzeri di rilevanza sistemica.

 

Mark Branson, Direttore della FINMA, si esprime così in merito: «L’attuazione del regime svizzero too big to fail è cruciale per la stabilità della piazza finanziaria. Con questo rapporto sulla pianificazione in materia di recovery e resolution intendiamo fornire un quadro trasparente del processo di attuazione. Riconosciamo gli sforzi sinora compiuti da tutte le parti coinvolte e, in base ai risultati conseguiti, concludiamo che il processo di attuazione è in fase avanzata, sebbene la meta non sia stata ancora raggiunta.»

Approvati i piani di recovery e giudicati attuabili i piani svizzeri d’emergenza delle grandi banche

I piani di recovery (piani di stabilizzazione) che le cinque banche svizzere di rilevanza sistemica hanno sottoposto alla FINMA sono tutti stati approvati. Entro la fine del 2019 le due grandi banche hanno inoltre dovuto approntare piani svizzeri d’emergenza attuabili, che la FINMA ha esaminato. L'Autorità di vigilanza giudica che il piano d'emergenza di Credit Suisse è attuabile. Essa giudica che anche UBS soddisfa le disposizioni legali per un piano d’emergenza attuabile, tuttavia esprime la riserva che determinati impegni eventuali sono ancora troppo elevati.

 

Anche le tre banche di rilevanza sistemica orientate al mercato interno hanno presentato i propri piani d’emergenza, ma non tutte hanno compiuto gli stessi progressi sul piano dell’attuazione entro la fine del 2019. Nessuno di questi piani è ancora giudicato attuabile. La Banca Cantonale di Zurigo ha allestito un piano plausibile in cui spiega in che modo, in caso di crisi, le risorse necessarie negli ambiti di capitale e liquidità possono essere integrate. Per quanto riguarda Raiffeisen e PostFinance, in particolare manca ancora un piano plausibile concernente lo sviluppo dei fondi necessari in grado di assorbire le perdite in caso di crisi. Tutte e tre le banche orientate al mercato interno continuano a lavorare all’allestimento di un piano d’emergenza attuabile.

Piani di resolution globali e sistema degli sconti

Per le due grandi banche la FINMA deve predisporre un cosiddetto global resolution plan che, a differenza del piano d’emergenza, limitato alle funzioni di rilevanza sistemica in Svizzera, coinvolge l’intero gruppo bancario a livello mondiale. Per valutare la capacità di risanamento e liquidazione (resolvability), la FINMA esamina se le grandi banche hanno adottato le misure preliminari necessarie per l’attuazione del piano di resolution. Al riguardo è giunta alla conclusione che entrambe le banche hanno già adottato importanti misure preparatorie e pertanto compiuto notevoli progressi a livello della loro resolvability globale. La FINMA giudica pertanto adempiuti in particolare i requisiti concernenti il decentramento strutturale. In vista di questo riassetto sono state per esempio create strutture di holding e filiali svizzere. In altri ambiti, segnatamente quello della liquidità in caso di crisi, devono essere effettuati ulteriori lavori di attuazione. Al riguardo occorre in particolare considerare che i requisiti regolamentari in tale ambito ancora non sussistono. Per le banche di rilevanza sistemica orientate al mercato interno, i piani di resolution si riferiscono unicamente alle funzioni di rilevanza sistemica in Svizzera a causa dell’assenza di attività all’estero e sono quindi sostanzialmente equiparabili ai piani d’emergenza.

 

La valutazione della resolvability globale si ripercuote direttamente sul processo di sconto condotto ogni anno. La FINMA può concedere agevolazioni alle grandi banche in merito a determinate esigenze di capitale, a condizione che le banche abbiano migliorato la loro resolvability globale e in gran parte attuato le relative misure necessarie. Così come negli anni precedenti, anche nel 2019 la FINMA ha constatato miglioramenti in merito, di conseguenza Credit Suisse sfrutta il suo potenziale di sconto nella misura del 40% e UBS del 42,5%.

Infrastrutture del mercato finanziario: pianificazione in materia di recovery e resolution in via di sviluppo

Anche le infrastrutture del mercato finanziario di rilevanza sistemica devono illustrare nel piano di recovery le misure con le quali intendono stabilizzarsi durevolmente in caso di crisi, in modo da poter mantenere i loro processi operativi di rilevanza sistemica. Entrambe le infrastrutture del mercato finanziario di rilevanza sistemica in Svizzera (SIX x-clear e SIX SIS) hanno allestito piani di recovery, che sono stati progressivamente sviluppati. In ragione delle elevate esigenze poste a tali piani, affinché vengano approvati devono essere apportati ulteriori miglioramenti. La FINMA ha inoltre avviato i lavori per lo sviluppo dei piani di resolution di SIX x-clear e SIX SIS.

Tabella sinottica dello stato di avanzamento dei lavori (stato fine 2019)

Resolution Bericht 2020

Trasparenza sul regime svizzero too big to fail

La FINMA pubblica le informazioni concernenti la valutazione dei piani d’emergenza in un rapporto, nel quale espone con la massima trasparenza l’attuale stato della pianificazione d’emergenza delle banche di rilevanza sistemica. Il rapporto tratta inoltre la regolamentazione too big to fail in Svizzera, il ruolo della FINMA in caso di resolution, le strategie primarie di resolution delle banche di rilevanza sistemica e lo stato di avanzamento della pianificazione in materia di recovery e resolution delle infrastrutture del mercato finanziario.  

Glossario

Piano di recovery (piano di stabilizzazione) Nel piano di recovery l’impresa di rilevanza sistemica presenta le misure con le quali intende stabilizzarsi durevolmente in caso di crisi in modo da poter mantenere la sua attività senza interventi da parte dello Stato. La FINMA verifica e approva il piano di recovery.
Piano (svizzero) d’emergenza Con il piano d’emergenza le banche di rilevanza sistemica devono dimostrare di poter mantenere senza interruzione le proprie funzioni di rilevanza sistemica in una situazione di crisi. Sono considerate di rilevanza sistemica solo le funzioni che hanno una notevole rilevanza per l’economia svizzera, in particolare le operazioni di deposito e di credito a livello nazionale nonché il traffico dei pagamenti (funzioni di rilevanza sistemica). Per questo motivo si parla anche di piano svizzero d’emergenza. La FINMA verifica l’efficacia delle misure definite nel piano d’emergenza in caso di rischio di insolvenza della banca.
Resolvability (capacità di risanamento e liquidazione) Indica la capacità di risanamento e di liquidazione di un’impresa. Una banca di rilevanza sistemica è considerata resolvablese sono stati creati i presupposti per un suo risanamento o una sua liquidazione in una situazione di crisi senza compromettere la stabilità finanziaria.
Piano di resolution (piano di risanamento e di liquidazione) Piano allestito dalla FINMA per risanare o liquidare una banca di rilevanza sistemica nel suo complesso (cioè, per le banche di rilevanza sistemica che operano a livello internazionale, l’intero gruppo, incluse le società estere del gruppo, motivo per cui per queste banche il piano viene definito «globale»), in cui espone in che modo può essere effettuato l’intervento di risanamento o di liquidazione da essa ordinato.
Sconti  La legislazione svizzera too big to fail prevede un sistema di incentivi con il quale le due grandi banche svizzere ottengono agevolazioni (i cosiddetti sconti) sui fondi supplementari in grado di assorbire le perdite per migliorare la loro resolvability globale.

Contatto

Tobias Lux, portavoce
Tel. +41 (0)31 327 91 71
tobias.lux@finma.ch

e

Vinzenz Mathys, portavoce
Tel. +41 (0)31 327 19 77
vinzenz.mathys@finma.ch

Comunicato stampa

La FINMA giudica attuabili i piani svizzeri d’emergenza delle grandi banche

Ultima modifica: 25.02.2020 Dimensioni: 0,47  MB
Aggiungere ai favoriti
Rapporto sulla resolution 2020

Ultima modifica: 25.02.2020 Dimensioni: 0,94  MB
Aggiungere ai favoriti
Backgroundimage