News

Notizia

Commercio di azioni svizzere: adeguamento dell’elenco delle sedi di negoziazione estere riconosciute

Dal 1° luglio 2019 l’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA adeguerà l’elenco delle sedi di negoziazione estere riconosciute per il commercio di azioni svizzere. La FINMA si conforma così all’attuale decisione del Dipartimento federale delle finanze DFF di inserire, a partire dal 1° luglio, i Paesi dell’UE nell’elenco determinante ai fini del riconoscimento da parte della FINMA.

Dal 1° gennaio 2019 le sedi di negoziazione estere presso le quali vengono commerciati titoli di partecipazione svizzeri o che ne ammettono il commercio necessitano preventivamente del riconoscimento ai sensi del diritto in materia di vigilanza da parte della FINMA. La FINMA ha pubblicato le Comunicazioni sulla vigilanza 02/2018 e 04/2018 in materia.

 

Secondo l’ordinanza del Consiglio federale, una sede di negoziazione estera può ottenere il riconoscimento solo se ha la sua sede in una Giurisdizione che non figura nell’elenco tenuto dal Dipartimento federale delle finanze (DFF). Non appena la sede di negoziazione estera ha la sua sede in una delle Giurisdizioni che figura nell’elenco del DFF, il riconoscimento secondo la legge decade.


In data odierna il DFF ha reso noto che, dal 1° luglio 2019, i Paesi dell’UE verranno inseriti nell’elenco delle Giurisdizioni determinante ai fini del riconoscimento da parte della FINMA (v. Ordinanza del Consiglio federale). Di conseguenza anche la FINMA adeguerà, dal 1° luglio 2019, l'elenco delle sedi di negoziazione estere riconosciute.