Sorveglianza intensiva

In situazioni eccezionali, vale a dire nei casi in cui un’impresa di assicurazione presenta rischi superiori, la FINMA ha la facoltà di impiegare uno speciale team di sorveglianza intensiva, il quale può definire le eventuali misure correttive in collaborazione con l’impresa di assicurazione interessata.
Se un’impresa di assicurazione sottoposta a vigilanza viene a trovarsi in una posizione particolarmente complessa o critica oppure in un settore si delineano rischi superiori o elementi problematici in un’ottica prudenziale, la FINMA può intensificare la propria vigilanza sull’istituto in questione grazie allo strumento della sorveglianza intensiva. Spetta a un organismo interno decidere circa la necessità di ricorrervi o meno.

Svolgimento

La sorveglianza intensiva è uno strumento di vigilanza diretto della FINMA. Ad occuparsene è un team interdisciplinare specializzato in casi problematici, il Team Intensive Supervision (TIS), che si avvale dei seguenti mezzi:

  • ispezioni in loco
  • colloqui e trattative con i rispettivi interessati
  • osservazione diretta dei processi operativi

Misure correttive

A fronte della constatazione di carenze o violazione delle norme, il TIS in collaborazione con l’assoggettato attua misure correttive che possono essere di natura organizzativa, operativa, finanziaria o riguardanti il personale.


Se la FINMA e l’impresa di assicurazione interessata non giungono a un accordo sulla situazione di fatto e sui provvedimenti necessari, si ricorre di norma a misure coercitive prudenziali. In tal caso la FINMA avvia un procedimento di enforcement.