News

Notizia

Commercio di azioni svizzere: nuovo obbligo di riconoscimento per le sedi di negoziazione estere

Il Consiglio federale ha ordinato l’introduzione di un nuovo obbligo di riconoscimento per le sedi di negoziazione estere: a partire dal 1° gennaio 2019, le sedi di negoziazione estere presso le quali vengono negoziati titoli di partecipazione svizzeri dovranno previamente ottenere un riconoscimento da parte dell’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA. A tale riguardo la FINMA ha pubblicato in data odierna una comunicazione sulla vigilanza in materia.

A partire dal 1° gennaio 2019, le sedi di negoziazione estere presso le quali vengono negoziati titoli di partecipazione svizzeri o che consentono il commercio di simili titoli di partecipazione necessitano previamente di un riconoscimento ai sensi del diritto in materia di vigilanza da parte della FINMA. Il 30 novembre 2018 il Consiglio federale ha fissato tale norma in un’apposita ordinanza (cfr. Comunicato stampa del Consiglio federale e Ordinanza).

 

La FINMA ha pubblicato a tale riguardo una comunicazione sulla vigilanza nonché un elenco delle sedi di negoziazione riconosciute.

Comunicazione FINMA sulla vigilanza 02/2018

Nuovo obbligo di riconoscimento per le sedi di negoziazione estere che consentono il commercio di titoli di partecipazione svizzeri

Ultima modifica: 30.11.2018 Dimensioni: 0,15  MB
Aggiungere ai favoriti