News

Comunicato stampa

La FINMA pubblica la circolare «Tariffazione – previdenza professionale»

L’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA rielabora e semplifica la sua prassi di vigilanza in materia di tariffe nella previdenza professionale. Le imprese di assicurazione usufruiranno di una più ampia libertà nella tariffazione. Contestualmente è garantita la parità di trattamento degli assicurati, poiché nelle tariffe saranno ammessi solo sconti e supplementi giustificati da un punto di vista attuariale. La pertinente circolare entrerà in vigore il 1° dicembre 2018 e per determinate modifiche sono previsti termini transitori.

La FINMA pubblica una circolare rielaborata concernente le condizioni della tariffazione nella previdenza professionale. Essenzialmente abolisce le limitazioni tra premio massimo e premio minimo nella tariffazione empirica, ma precisa che gli sconti o i supplementi sui premi sono ammessi nelle tariffe solo se giustificati da un punto di vista attuariale. Ciò tiene conto del principio della parità di trattamento degli assicurati, pur accordando alle imprese di assicurazione complessivamente un maggiore margine di manovra nella definizione dei premi.

Due circolari vengono accorpate

La FINMA riunisce nella circolare rielaborata le due circolari 08/12 «Principio della porta girevole – previdenza professionale» e 08/13 «Tariffazione assicurazione di rischio – previdenza professionale», in quanto afferenti alla stessa materia. Il contenuto viene snellito e strutturato sistematicamente in base ai principi e in funzione dei rischi. La nuova circolare «Tariffazione – previdenza professionale» entrerà in vigore il 1° dicembre 2018 e riguarda le tariffe che saranno applicate dal 1° gennaio 2020. Per alcune modifiche, ai partecipanti al mercato sono accordati opportuni termini transitori.

La FINMA tiene conto delle esigenze del settore

La FINMA ha condotto un’indagine conoscitiva riguardo a queste modifiche. I partecipanti hanno espresso pareri sostanzialmente positivi in merito alla nuova circolare. Le critiche si sono concentrate su tre ambiti: le nuove disposizioni previste per i tassi d’interesse tecnici, quelle riguardanti i supplementi e gli sconti sulle tariffe e il fatto che la circolare si applichi alle imprese di assicurazione con sede nel Principato del Liechtenstein per l’attività della previdenza professionale esercitata in Svizzera. Nella versione ora pubblicata la FINMA ha tenuto conto delle prime due esigenze, concedendo periodi transitori per le modifiche riguardanti i tassi d’interesse tecnici e gli sconti.

Contatto

Vinzenz Mathys, portavoce
Tel. +41 (0)31 327 19 77
vinzenz.mathys@finma.ch

Comunicato stampa

La FINMA pubblica la circolare «Tariffazione – previdenza professionale»

Ultima modifica: 13.11.2018 Dimensioni: 0,24  MB
Aggiungere ai favoriti
Anhörungsbericht

Rundschreiben 2018/4 "Tarifierung – berufliche Vorsorge"

Ultima modifica: 13.11.2018 Dimensioni: 0,55  MB
Aggiungere ai favoriti
Stellungnahmen

Rundschreiben 2018/4 "Tarifierung – berufliche Vorsorge"

Ultima modifica: 13.11.2018 Dimensioni: 3,74  MB
  • Lingua/e:
  • DE
Aggiungere ai favoriti