News

04 ottobre 2017
Notizia

La FINMA estende il riconoscimento dei rating fedafin

L'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA estende il riconoscimento dei rating di fedafin AG alla determinazione del patrimonio vincolato delle imprese di assicurazione.
Finora gli assoggettati alla vigilanza della FINMA potevano utilizzare i rating di fedafin AG sulle corporazioni di diritto pubblico in Svizzera per tutte le finalità legate al diritto in materia di vigilanza ai sensi della Circolare 12/1 «Agenzie di rating del credito». A partire da questo momento la FINMA ha esteso il riconoscimento dell'agenzia di rating in modo che le imprese di assicurazione possano utilizzare anche il loro rating sulle aziende parastatali e commerciali in Svizzera per la determinazione del patrimonio vincolato ai sensi dell'Ordinanza sulla sorveglianza, OS (art. 70 segg.). Continua a essere escluso l'utilizzo dei rating di fedafin a fini OS per le stime di solvibilità di società immobiliari, di partecipazione, di assicurazione, bancarie o altre aziende del settore dei servizi finanziari. Per informazioni generali sul riconoscimento delle agenzie di rating del credito da parte della FINMA si rimanda alla nostra pagina web.

La FINMA fuga le incertezze riguardo all'utilizzo dei rating bancari

In relazione alla stima di solvibilità nel patrimonio vincolato, inoltre, la disposizione transitoria contenuta nella Circolare FINMA 16/5 «Direttive d'investimento» è abrogata (cfr. nm. 572). In questo modo, nel quadro delle proprie stime di solvibilità, gli assicuratori sono autorizzati a consultare i rating bancari come fonte d'informazioni, sebbene per utilizzarli sia necessario svolgere una propria analisi complementare. Non è consentito riprendere questi rating senza ulteriori analisi (cfr. nm. 145-152 della Circolare FINMA 16/5 «Direttive d'investimento»).