News

01 settembre 2017
Comunicato stampa

Sandbox e conti di esecuzione: la FINMA adegua la circolare

L'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA fissa la sua prassi di vigilanza concernente la nuova regolamentazione del Consiglio federale nel settore della tecnofinanza. A tale scopo adegua la sua circolare «Depositi del pubblico presso istituti non bancari» e avvia un'indagine conoscitiva, che si concluderà il 16 ottobre 2017. Gli adeguamenti riguardano la nuova sandbox e l'estensione del termine per i conti di esecuzione.

La FINMA fissa la sua prassi di vigilanza relativa alla nuova regolamentazione del Consiglio federale nel settore della tecnofinanza, concernente in particolare la sandbox e il termine per i conti di esecuzione. A tale scopo adegua la circolare 08/3 «Depositi del pubblico presso istituti non bancari» e avvia un'indagine conoscitiva che si concluderà il 16 ottobre 2017. Tali adeguamenti sono scaturiti dall'Ordinanza sulle banche rivista il 5 luglio 2017 dal Consiglio federale e posta in vigore il 1° agosto 2017; essa è finalizzata a rimuovere inutili barriere normative per i modelli commerciali innovativi.


Per quanto riguarda la sandbox, l'Ordinanza sulle banche rivista prevede che i depositi del pubblico possano essere accettati senza autorizzazione fino alla soglia massima di un milione di franchi, a condizione che questi non vengano investiti né vengano corrisposti gli interessi sugli stessi, anche se i depositi provengono da più di venti depositanti. Occorre informare preliminarmente i depositanti sul fatto che nell'ambito sandbox la FINMA non esercita alcuna vigilanza e che i depositi non sono garantiti. Se con i depositi viene finanziata un'attività principale di tipo commerciale o industriale, l'investimento e la corresponsione degli interessi sono consentiti. Il Consiglio federale ha inoltre fissato a sessanta giorni la durata massima di permanenza dei fondi sui cosiddetti conti di esecuzione. Prima, conformemente al quadro giuridico di allora, la FINMA concedeva un termine di sette giorni lavorativi. Nella sua circolare la FINMA concretizza questi punti e riprende l'adeguamento del termine per i conti di esecuzione.


Nel quadro della regolamentazione nel settore della tecnofinanza è inoltre prevista la creazione nella Legge sulle banche di una nuova categoria di autorizzazione per le imprese fintech. Queste modifiche della Legge sulle banche non sono oggetto della presente revisione parziale della circolare (cfr. anche la Comunicazione FINMA sulla vigilanza del 6 luglio 2017).

Contatto

Vinzenz Mathys, portavoce
Tel. +41 (0)31 327 19 77
vinzenz.mathys@finma.ch

Comunicato stampa

Sandbox e conti di esecuzione: la FINMA adegua la circolare

Ultima modifica: 01.09.2017 Dimensioni: 0,06  MB
Aggiungere ai favoriti
Entwurf: Rundschreiben "Publikumseinlagen bei Nichtbanken"

Gewerbsmässige Entgegennahme von Publikumseinlagen durch Nichtbanken im Sinne des Bankengesetzes

Ultima modifica: 01.09.2017 Dimensioni: 0,21  MB
Aggiungere ai favoriti
Erläuterungsbericht

Rundschreiben 2008/3 „Publikumseinlagen bei Nichtbanken“ – Teilrevision

Ultima modifica: 01.09.2017 Dimensioni: 0,3  MB
Aggiungere ai favoriti
Informazioni concernenti l’indagine conoscitiva

Revision parziale della circolare 2008/3 «Depositi del pubblico presso istituti non bancari»

Ultima modifica: 01.09.2017 Dimensioni: 0,08  MB
Aggiungere ai favoriti
Punti chiave

Circolare 08/03 «Depositi del pubblico presso istituti non bancari» - revisione parziale

Ultima modifica: 01.09.2017 Dimensioni: 0,16  MB
Aggiungere ai favoriti