News

06 luglio 2017
Comunicazione GAFI

Aggiornamento delle dichiarazioni del GAFI

In occasione della riunione plenaria del giugno 2017, il GAFI ha aggiornato le proprie dichiarazioni concernenti i Paesi ad alto rischio e non cooperativi. Ulteriori informazioni (in inglese) sono disponibili ai seguenti link:

Il Gruppo d'azione finanziaria internazionale (GAFI) è un organismo internazionale il cui obiettivo è elaborare e promuovere i provvedimenti necessari per la lotta contro il riciclaggio di denaro, il finanziamento del terrorismo e la proliferazione delle armi di distruzione di massa. La Svizzera è membro del GAFI. Sulla base dei risultati ottenuti dall'International Cooperation Review Group (ICRG) del GAFI, i Paesi ad alto rischio e non cooperativi possono essere pubblicamente resi noti in uno dei due documenti pubblicati da quest'ultimo tre volte all'anno.

Dichiarazione del GAFI

Il documento pubblico «Public Statement» del GAFI riporta:

  1. i Paesi o le giurisdizioni che presentano lacune strategiche così serie al punto che il GAFI ingiunge ai suoi membri e ai Paesi non membri di adottare contromisure;
  2. i Paesi o le giurisdizioni nei confronti dei quali il GAFI esorta i propri membri ad attuare obblighi di diligenza particolari in misura corrispondente ai rischi che derivano dalle lacune constatate nei rispettivi Paesi.

Miglioramento della conformità globale alle norme AML/CFT: un processo continuo

Il documento «Improving global AML/CFT compliance: on-going process» riporta i Paesi o le giurisdizioni che presentano lacune strategiche nei provvedimenti in materia di lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo, ma che tuttavia s'impegnano a fondo per colmarle attuando un piano d'azione elaborato congiuntamente con il GAFI. La situazione varia da un Paese all'altro e ognuno di essi presenta un grado di rischio diverso per quanto concerne gli ambiti di lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. Il GAFI esorta i suoi membri a tenere conto delle lacune strategiche constatate in tali giurisdizioni. Se un Paese non è in grado di compiere rapidamente adeguati progressi, il GAFI può decidere di esercitare su di esso maggiore pressione al fine di raggiungere gli sviluppi auspicati inserendolo nel "Public Statement".

Presa d'atto delle dichiarazioni del GAFI

La FINMA ingiunge a tutti gli intermediari finanziari di tenere conto delle informazioni del GAFI nelle loro strategie di gestione dei rischi ed esorta altresì gli organismi di autodisciplina riconosciuti a informare i loro membri.