News

21 novembre 2013
Comunicato stampa
Strumenti di enforcement

La FINMA ammonisce la Basler Kantonalbank per violazione delle regole di condotta sul mercato e procede alla confisca degli utili

Tra il 2009 e il 2012 la Basler Kantonalbank ha sostenuto in maniera illecita il corso di borsa dei propri buoni di partecipazione, violando così gravemente le regole di condotta sul mercato sancite dal diritto in materia di vigilanza e venendo meno ai suoi obblighi organizzativi e di irreprensibilità. La FINMA impone alla Basler Kantonalbank misure vincolanti e ordina la confisca degli utili dell'ordine di 2,64 milioni di franchi conseguiti in maniera illegale. La FINMA riconosce le misure adottate nel frattempo dalla Basler Kantonalbank.

Nel corso di un accertamento sul mercato, la FINMA ha constatato considerevoli irregolarità nel commercio di buoni di partecipazione (BSKP) della Basler Kantonalbank e nel maggio 2013 ha avviato un procedimento di enforcement. Dal procedimento, ora concluso, è emerso che nel periodo compreso tra gennaio 2009 e fine settembre 2012 la Basler Kantonalbank (BKB) ha manipolato il corso di borsa dei propri buoni di partecipazione, violando così le disposizioni della Circolare FINMA 2008/38 «Regole di condotta sul mercato», rielaborata nel 2013.

Massicce vendite di sostegno dei propri titoli

La Basler Kantonalbank ha violato le disposizioni del diritto in materia di sorveglianza impartendo sistematicamente ordini di acquisto per i propri buoni di partecipazione, creando così distorsioni del mercato. Tali ordini inducevano a pensare a una domanda che non esisteva realmente, con il risultato di un'impennata del corso di borsa (manipolazione del mercato). Nel contempo, dalla primavera 2009 all'estate 2010 la banca ha venduto titoli del proprio portafoglio di buoni di partecipazione conseguendo degli utili. Dopo che il corso di borsa dei titoli BSKP aveva subito una forte pressione alla vendita in particolare a partire dall'autunno 2011, la banca ha contrastato una possibile flessione dei corsi mediante vendite di sostegno e impartendo istruzioni sui corsi. Sono stati effettuati ulteriori acquisti contro la tendenza del mercato nonostante l'introduzione di un regolamento interno di negoziazioni in conto proprio nel novembre 2011. Come conseguenza delle vendite di sostegno, il portafoglio di titoli BSKP della Basler Kantonalbank è nuovamente aumentato in misura massiccia.

Dopo che la Basler Kantonalbank aveva posto fine alle vendite di sostegno illecite, il corso di borsa si è abbassato ed è rimasto volatile per un po' di tempo. Nel frattempo il corso di borsa è conseguentemente oscillato tra la domanda e l'offerta.

La FINMA impone delle condizioni e il ritiro degli utili

Effettuando negoziazioni di titoli BSKP in conto proprio, la Basler Kantonalbank ha violato gravemente i propri obblighi organizzativi e di irreprensibilità. Per questa ragione, nella propria decisione la FINMA impone alla banca determinate condizioni e procede alla confisca degli utili dell'ordine di 2,64 milioni di franchi conseguiti tra il 2009 e l'estate 2010 in maniera illegale mediante la manipolazione del mercato. L'importo è stato devoluto alla Confederazione.

Atteggiamento cooperativo della BKB

La FINMA riconosce che la Basler Kantonalbank ha adottato sempre un atteggiamento cooperativo nel quadro del procedimento di enforcement e ha collaborato a fare prontamente luce sull'accaduto. Guidata da una nuova direzione, nel corso del procedimento la banca ha inoltre adottato, su propria iniziativa, misure di ampio respiro che, allo stato attuale, sembrano essere pertinenti e adeguate per rimuovere le lacune organizzative osservate. La Basler Kantonalbank ha inoltre adottato misure in materia di personale.

Contatto

Tobias Lux, portavoce, tel. +41 31 327 91 71, tobias.lux@finma.ch

Comunicato stampa

La FINMA ammonisce la Basler Kantonal-bank per violazione delle regole di condotta sul mercato e procede alla confisca degli utili

Ultima modifica: 21.11.2013 Dimensioni: 0,16  MB
Aggiungere ai favoriti