News

06 settembre 2013
Notizia

Conti d'esercizio 2012: Nuova forte crescita nel secondo pilastro per gli assicuratori sulla vita

Nel 2012 la domanda di soluzioni assicurative complete offerte dagli assicuratori privati svizzeri ha fatto registrare una crescita significativa. Questa evoluzione rispecchia il fabbisogno di sicurezza delle imprese nell'ambito della previdenza professionale. Gli assicuratori sulla vita hanno conseguito nel 2012 proventi complessivi per CHF 8,7 miliardi. Di questo importo il 92,4% è confluito a favore degli assicurati, di cui il 23% destinato esclusivamente al rafforzamento dei capitali a copertura delle rendite. Il risultato operativo degli assicuratori sulla vita per la previdenza professionale ha evidenziato per la quarta volta consecutiva un segno positivo. Il contesto economico per queste imprese di assicurazione permane tuttavia impegnativo.
Per l'ottava volta la FINMA presenta un conto d'esercizio completo per le attività di previdenza professionale degli assicuratori sulla vita privati svizzeri. Con la presente pubblicazione, la FINMA instaura un clima di trasparenza che si ripercuote positivamente sul comportamento degli assicuratori. Importanti cifre salienti, come ad esempio quelle relative a costi, politica di distribuzione e investimenti di capitale, mettono in evidenza i punti forti e le debolezze degli operatori di mercato e rendono quindi possibili i confronti con la concorrenza. E ciò va a tutto vantaggio sia delle aziende che cercano un'adeguata copertura previdenziale presso le assicurazioni sulla vita private, sia dei rispettivi collaboratori.

I processi di risparmio, di rischio e di costo degli otto assicuratori sulla vita attivi nel segmento della previdenza professionale hanno conseguito nel 2012 proventi complessivi per CHF 8,7 miliardi. Di questo importo, il 92,4% è stato ridistribuito a favore dei circa 2,2 milioni di assicurati sotto forma di prestazioni assicurative, incrementi degli accantonamenti tecnici e partecipazioni alle eccedenze. È stata quindi superata la quota minima del 90% prevista dalla legge. Dopo il 2008, vero e proprio annus horribilis per il settore, gli otto assicuratori sulla vita hanno registrato per la quarta volta consecutiva un risultato operativo positivo. Nel 2012 questo dato si è attestato a CHF 661 milioni. Una parte preponderante di tale importo è stata utilizzata dagli assicuratori per rafforzare il proprio capitale di solvibilità, indebolito dal perdurare dei tassi d’interesse in prossimità dei minimi storici.

Processo di risparmio e di rischio: risultati positivi, elevato fabbisogno di rafforzamento

Nel 2012 gli assicuratori sulla vita privati hanno conseguito buoni risultati d'investimento per il processo di risparmio. I rendimenti sugli investimenti di capitale si sono collocati pressoché in linea con quelli del 2009, 2010 e 2011. Nel periodo compreso tra il 2005 e il 2012 il rendimento netto medio degli investimenti di capitale è stato pari al 2,84% all'anno. Un nuovo rialzo dell'onere per sinistri conseguenti a invalidità e decesso, combinato a una contrazione della raccolta premi, ha invece eroso i risultati positivi nel processo di rischio. Grazie ai risultati complessivamente positivi è stato possibile rafforzare con conferimenti per un totale di CHF 1995 milioni gli accantonamenti tecnici per gli impegni derivanti da rendite di vecchiaia e per i superstiti. Un incremento degli accantonamenti risulta necessario affinché possano essere mantenuti gli obblighi attuariali assunti; la sua finalità consiste pertanto nella protezione degli assicurati e nella stabilizzazione del secondo pilastro.

Processo dei costi: calo dei costi pro capite, potenziale per ulteriori miglioramenti di efficienza

I costi operativi pro capite sono diminuiti in media del 2,6% rispetto all'anno precedente, evidenziando pertanto una flessione per il sesto anno consecutivo. Mentre nel 2007 i costi pro capite si attestavano ancora a CHF 462, nel 2012 gli stessi si sono attestati a CHF 381. Poiché l'amministrazione di assicurati attivi, collettivi di rendita e polizze di libero passaggio può comportare oneri diversi, per l'esercizio 2012 la FINMA riporta ora i costi operativi in base ai relativi assuntori. I valori pro capite che si ottengono sono pertanto i seguenti (2012):

  • Assicurati attivi 467 CHF
  • Beneficiari di rendita 449 CHF
  • Polizze di libero passaggio 94 CHF


Che cosa sono le soluzioni di assicurazione completa?

Le soluzioni di assicurazione completa comprendono garanzie integrali per i rischi della previdenza professionale. Nella fattispecie, comprendono la garanzia del tasso d'interesse per la remunerazione dell'avere di vecchiaia, la garanzia dell'aliquota di conversione degli averi di vecchiaia in rendite e le rendite assegnate, la garanzia delle prestazioni in caso di decesso e di invalidità, nonché la gestione amministrativa della previdenza professionale.

Che cos'è il processo di risparmio, di rischio e dei costi?

Processo di risparmio: il processo di risparmio contempla come oneri la remunerazione degli averi di vecchiaia, la conversione degli stessi in rendite di vecchiaia, nonché la regolazione delle rendite di vecchiaia e per i superstiti. I proventi nel processo di risparmio sono costituiti dai redditi netti conseguiti attraverso gli investimenti di capitale.
Processo di rischio: gli oneri nel processo di rischio comprendono il pagamento delle prestazioni di decesso e di invalidità (sotto forma di prestazioni di capitale e pagamenti di rendita) nonché delle pretese correlate alle rendite di vecchiaia in corso e delle rendite per superstiti. I proventi nel processo di rischio corrispondono ai premi di rischio raccolti.
Processo dei costi: i proventi nel processo dei costi corrispondono ai premi di costo raccolti. Gli oneri nel processo dei costi vengono determinate in funzione delle spese per la gestione amministrativa della previdenza professionale.  

 

 

Offenlegungsschema 2012

Ultima modifica: 06.09.2013 Dimensioni: 1,06  MB
Aggiungere ai favoriti