News

07 dicembre 2012
Comunicato stampa
Autorizzazione

PostFinance SA: la FINMA rilascia un'autorizzazione bancaria

Il Consiglio d'amministrazione dell'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA) ha deciso di concedere a PostFinance SA l'autorizzazione necessaria per operare in qualità di banca e di commerciante di valori mobiliari. Prima che l'autorizzazione entri in vigore, la società deve però fornire la prova che sono soddisfatte una serie di condizioni relative all'organizzazione, alla situazione finanziaria e al personale.
In data 6 dicembre 2012 il Consiglio di amministrazione della FINMA ha deciso di rilasciare a PostFinance SA un'autorizzazione sottoposta a condizioni a operare come banca e commerciante di valori mobiliari. Tale autorizzazione entrerà in vigore non appena PostFinance SA addurrà la prova di soddisfare pienamente una serie di condizioni, che riguardano aspetti organizzativi, finanziari e di personale.

Requisiti elevati in materia di diritto di vigilanza

Il processo di autorizzazione era in corso da due anni e mezzo. Sin dall'inizio la FINMA ha sottolineato che PostFinance SA deve soddisfare, in materia di diritto di vigilanza, gli stessi requisiti di un istituto finanziario di dimensioni e complessità paragonabili. In linea con l'approccio prudenziale basato sul rischio della FINMA, ciò riguarda in particolare i fondi propri necessari, le esigenze operative e l'intensità della vigilanza esercitata dalla FINMA.

Nel suo processo di autorizzazione la FINMA ha considerato anche il fatto che la Confederazione sarà proprietaria di PostFinance SA e che l'intensa cooperazione con altre società della Posta desta interrogativi e implica rischi particolari. Si è tenuto conto della situazione di partenza stabilendo requisiti specifici in materia di governo d'impresa e sui rapporti (finanziari) tra PostFinance SA e il gruppo La Posta Svizzera. È infine stata attribuita una notevole importanza anche alla prevenzione del riciclaggio di denaro.

Solide basi per una licenza bancaria

Il Consiglio di amministrazione della FINMA ritiene che la struttura organizzativa, la dotazione di capitale e le risorse di personale previste per PostFinance SA costituiscano una solida base per operare in qualità di banca e di commerciante di valori mobiliari e per la conseguente vigilanza esercitata dalla FINMA. La FINMA si attende che PostFinance soddisfi le condizioni ancora in sospeso entro un termine adeguato. Affinché l'autorizzazione acquisti efficacia giuridica, il Consiglio federale dovrà quindi decidere di scorporare PostFinance in una società anonima.

Perché PostFinance SA necessita di un'autorizzazione bancaria?

La Posta Svizzera fornisce oggi servizi finanziari tramite PostFinance, che è una delle sue unità. Accetta pertanto depositi del pubblico a titolo professionale e nel traffico dei pagamenti deve soddisfare un mandato per la fornitura del servizio universale giuridicamente definito. La prestazione di questi servizi avviene senza autorizzazione bancaria, il che è possibile solo in virtù di una deroga legale (cfr. art. 3a cpv. 1 OBCR). La legge sulle poste e la legge sull'organizzazione della Posta prevedono ora che l'unità PostFinance sia scorporata in una società anonima di diritto privato. Con questa trasformazione viene meno la deroga sinora in vigore, contemplata dalla legislazione sulle banche. La nuova PostFinance SA deve dunque ottenere un'autorizzazione come banca e come commerciante di valori mobiliari. La legislazione sulla Posta continua inoltre a vietare a PostFinance SA di offrire in modo autonomo crediti e mutui ipotecari.

Contatto

Tobias Lux, portavoce, tel. +41 31 327 91 71, tobias.lux@finma.ch