News

27 settembre 2012
Comunicato stampa

Istituti cantonali di assicurazione degli stabili esclusi dalla vigilanza della FINMA

In seguito a una decisione del Tribunale federale, la FINMA archivia sei procedure di assoggettamento contro gli istituti cantonali di assicurazione degli stabili che hanno esteso le proprie attività al di là del raggio di azione del monopolio loro riservato.
All'inizio del 2012 la FINMA ha avviato diverse procedure contro istituti cantonali di assicurazione degli stabili. Pur avendo riconosciuto che gli enti di diritto pubblico offrono assicurazioni anche al di fuori dei classici rami in regime di monopolio (catastrofi naturali, incendio ecc.), era tuttavia giunta alla conclusione che l'attività assicurativa di diritto privato potesse essere esercitata solo sotto la sua vigilanza. Per la FINMA la natura del rapporto giuridico, ossia il servizio vero e proprio, era determinante per stabilire se una società rientrasse o meno nel campo di applicazione della Legge sulla sorveglianza degli assicuratori (LSA).

Con la decisione del 3 luglio 2012 (n° 2C_485/2010) sul caso glarnerSach, il Tribunale federale ha stabilito che gli istituti cantonali di assicurazione degli stabili possono offrire anche assicurazioni diverse da quelle che rientrano nel loro monopolio (ad es. responsabilità civile o protezione giuridica), senza per questo violare il diritto federale. Secondo il Tribunale federale è determinante lo statuto giuridico dell’assicuratore e non tanto la prestazione offerta: di conseguenza, se l'assicurazione cantonale è di diritto pubblico non rientra nel campo di applicazione della LSA né è sottoposta alla vigilanza della FINMA. Dalla decisione risulta che è sufficiente la vigilanza cantonale, equiparabile a quella esercitata dalla Confederazione, per cui non sussiste alcuna distorsione della concorrenza. Il Tribunale federale ha inoltre definito «inopportuna» una vigilanza sulla stessa impresa di assicurazioni suddivisa tra diverse istanze, come avviene da tempo in materia di assicurazione malattie complementare.

Con questa sentenza il Tribunale federale esonera gli assicuratori di diritto pubblico dalla vigilanza della FINMA, che archivia pertanto tutte le procedure in sospeso contro gli istituti cantonali di assicurazione degli stabili.

Contatto

Christina Bürgi, sostituta del portavoce, +41 31 327 91 71, media@finma.ch