News

25 marzo 2011
Comunicato stampa
Strumenti di sorveglianza

La FINMA propone la modifica della circolare sulle agenzie di rating

La circolare finora in vigore disciplina i requisiti per il riconoscimento di agenzie di rating le cui valutazioni del merito creditizio (rating) di banche e commercianti di valori mobiliari vengono utilizzate per il calcolo dei fondi propri richiesti in base alla regolamentazione dei mercati finanziari per scopi di vigilanza.

Con la modifica prevista, la portata della circolare viene estesa dall'applicazione per scopi di vigilanza a banche e commercianti di valori mobiliari alle pertinenti prescrizioni regolamentari per imprese di assicurazione (p. es. disposizioni di investimento relative al patrimonio vincolato) e investimenti collettivi di capitale (tecniche di investimento e utilizzo di derivati). In questo modo, per tutte le categorie di assoggettati alla vigilanza della FINMA valgono gli stessi requisiti per il riconoscimento a cui devono ottemperare le agenzie di rating.

In seguito alla crisi dei mercati finanziari gli standard setter internazionali hanno rivisto le loro linee guida in materia di agenzie di rating. Il «Code of Conduct Fundamentals for Credit Rating Agencies (2008)» della IOSCO e «A regulatory framework for more resilient banks and banking systems» (Basilea III), pubblicato in dicembre 2010 dal Comitato di Basilea, costituiscono il punto di partenza per le modifiche al contenuto della bozza di circolare. In futuro, p. es., gli istituti di valutazione del merito creditizio dovranno comunicare più ampiamente le informazioni che hanno portato all'emissione di un determinato rating e che riguardano le basi della loro attività.

Con la suddetta proposta la FINMA conferma ancora una volta la propria adesione al collaudato sistema del riconoscimento alla luce della situazione di mercato delle agenzie di rating in Svizzera. Ciò significa che gli istituti di valutazione del merito creditizio riconosciuti dalla FINMA continuano a non sottostare alla vigilanza sui mercati finanziari secondo quanto stipulato all'art. 3 della Legge sulla vigilanza dei mercati finanziari. Nel riconoscimento di agenzie di rating domiciliate all'estero e per quanto riguarda l'ottemperanza ai requisiti per il riconoscimento la FINMA può tuttavia conformarsi alla vigilanza da parte di autorità estere.

Contatto

Tobias Lux, addetto stampa, tel. +41 31 327 91 71, tobias.lux@finma.ch
Entwurf Rundschreiben 2008/26 Ratingagenturen

Ultima modifica: 19.03.2015 Dimensioni: 0,28  MB
Aggiungere ai favoriti
Erläuterungsbericht

Änderung FINMA-Rundschreiben 2008/26 „Ratingagenturen“

Ultima modifica: 19.03.2015 Dimensioni: 0,36  MB
Aggiungere ai favoriti
Informazioni concernenti l’indagine conoscitiva

Circolare FINMA 2008/26 «Agenzie di rating»

Ultima modifica: 25.05.2015 Dimensioni: 0,11  MB
Aggiungere ai favoriti