News

04 ottobre 2010
Comunicato stampa

Commissione di esperti «Too big to fail»: FINMA e BNS raccomandano una rapida attuazione delle misure

La Commissione di esperti sulla limitazione dei rischi economici dovuti alle grandi imprese istituita dal Consiglio federale ha pubblicato oggi il suo rapporto finale. Le raccomandazioni si concentrano sul settore bancario, in cui la problematica «too big to fail» assume particolare importanza. Al momento, in Svizzera, le due grandi banche hanno indubbiamente rilevanza sistemica.
La FINMA e la Banca nazionale svizzera, rappresentate in seno alla Commissione, hanno partecipato all'elaborazione delle raccomandazioni. Entrambe appoggiano il pacchetto di misure proposto dal gruppo di esperti negli ambiti fondi propri, organizzazione, liquidità e ripartizione dei rischi, finalizzato ad arginare la problematica «too big to fail» in Svizzera.

La FINMA e la Banca nazionale svizzera concordano nel ritenere assolutamente necessario che le proposte avanzate dalla Commissione di esperti vengano attuate nella loro totalità, sia per quanto riguarda la formulazione concreta delle misure che la relativa portata. Solo così sarà possibile contenere in modo significativo la problematica «too big to fail».

Le misure proposte sono in armonia con le riforme internazionali della regolamentazione bancaria che si stanno attualmente delineando. Le proposte, soprattutto per quanto riguarda i requisiti in materia di fondi propri e liquidità, vanno oltre gli standard minimi internazionali fissati dal Comitato di Basilea per la vigilanza bancaria. Gli standard minimi non riguardano però la problematica «too big to fail». Le proposte della Commissione di esperti sono compatibili con i principi del Financial Stability Board in materia di istituti finanziari con rilevanza sistemica e tengono conto della situazione particolare della Svizzera.

La FINMA e la Banca nazionale svizzera raccomandano una rapida attuazione delle proposte.

Eugen Haltiner, Presidente dell'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari FINMA, si è così espresso riguardo alle raccomandazioni della Commissione di esperti: «Il pacchetto di misure concordate soddisfa le aspettative della FINMA. Pur superando le prescrizioni minime a livello internazionale, esso è necessario per la situazione svizzera e deve quindi essere attuato integralmente senza riduzioni.»

Philipp Hildebrand, Presidente della Direzione generale della Banca nazionale svizzera, ha commentato le proposte nel modo seguente: «Approvo le raccomandazioni della Commissione di esperti. L'ampio pacchetto di misure proposto si fonda sugli standard regolamentari minimi di Basilea III ed è in armonia con le raccomandazioni del Financial Stability Board. Consentirà di arginare notevolmente la problematica «too big to fail» in Svizzera e, di conseguenza, i rischi per l'economia del nostro Paese. Mi fa piacere che le misure proposte siano il frutto di un ampio consenso, ciò ne agevolerà l'adozione. In questo modo vengono consolidate la resilienza e la competitività della piazza finanziaria svizzera.»

Contatto

Dr. Alain Bichsel, responsabile Comunicazione FINMA, tel. +41 31 327 91 70
Werner Abegg, responsabile Comunicazione BNS, tel. +41 44 631 32 67