News

18 ottobre 2010
Notizia

Rischi inerenti alle relazioni d’affari con l’Iran

In data 9 giugno 2010, con la Risoluzione 1929 il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (ONU) ha inasprito le sanzioni nei confronti della Repubblica Islamica dell'Iran. Da un lato, le sanzioni già in essere sono state estese a ulteriori persone, organizzazioni e aziende, dall'altro sono state poste ulteriori limitazioni al commercio di determinati beni e all'erogazione di determinati servizi. In Svizzera, l'Ordinanza che istituisce provvedimenti nei confronti della Repubblica Islamica dell'Iran è stata emendata in data 18 agosto 2010 in recepimento delle disposizioni vincolanti della risoluzione dell'ONU.
A seguito della risoluzione dell'ONU, anche l'UE e gli USA hanno inasprito le proprie sanzioni nei confronti del regime iraniano. Nella definizione delle nuove sanzioni, entrambi hanno tuttavia adottato provvedimenti ben più incisivi rispetto alle disposizioni vincolanti della risoluzione dell'ONU. Di conseguenza, anche per le aziende operative sul mercato finanziario svizzero sono aumentati i rischi giuridici e di reputazione.