Partecipanti esteri

Per affiliarsi a una sede di negoziazione svizzera, i partecipanti esteri (remote member) necessitano dell’autorizzazione della FINMA. 

Un partecipante estero necessita dell’autorizzazione della FINMA se intende partecipare a una sede di negoziazione svizzera (art. 40 LInFi). Il concetto di partecipante è sancito dall’art. 2 lett. d LInFi, ai sensi del quale è considerata partecipante ogni persona che ricorre direttamente ai servizi di un’infrastruttura del mercato finanziario e adempie i requisiti di cui all’art. 34 cpv. 2 LInFi.

Condizioni di autorizzazione

Se un partecipante estero intende partecipare a una sede di negoziazione svizzera senza disporre di una sede in Svizzera, la FINMA rilascia l’autorizzazione alle seguenti condizioni:

  • il partecipante sottostà a una regolamentazione e a vigilanza adeguate;
  • esso adempie obblighi in materia di comportamento, registrazione e comunicazione equivalenti a quelli previsti dalla regolamentazione svizzera;
  • esso garantisce che la sua attività sia separata dall’attività di eventuali unità svizzere autorizzate; 
  • le autorità di vigilanza estere competenti non sollevano obiezioni sulla sua attività in Svizzera; 
  • le autorità di vigilanza estere competenti prestano assistenza amministrativa alla FINMA. 

Se un partecipante estero già autorizzato intende operare presso un’ulteriore sede di negoziazione svizzera, necessita della conferma dell’autorità di vigilanza estera competente. In questo caso l’autorità estera di vigilanza deve confermare che non ha obiezioni sull’estensione dell’attività in Svizzera del partecipante estero (art. 40 cpv. 3 LInFi). 

Mutamento delle condizioni di autorizzazione

Se mutano le condizioni di un partecipante autorizzato, per proseguire la propria attività come membro della borsa estero non sottoposto a vigilanza egli deve ottenere previamente l’autorizzazione della FINMA.