Avvicendamento negli organi della banca

La notifica di un avvicendamento imminente negli organi della direzione e dell’alta direzione avviene su base volontaria, tuttavia è attesa dalla FINMA. L’intento è impedire che garanti con un profilo problematico possano dare inizio al proprio mandato.
Nel quadro di una procedura di autorizzazione la FINMA accerta che tutti i soggetti per i quali è previsto il servizio negli organi della direzione superiore e della direzione forniscano la garanzia di un’attività irreprensibile. Sugli avvicendamenti successivi negli organi direttivi di un istituto autorizzato vigila una società di audit prudenziale, che comunica alla FINMA ad hoc o in un rapporto di audit annuale eventuali eventi negativi.

Aspettative della FINMA

Sul piano legislativo non è quindi prescritta alcuna informazione della FINMA in caso di avvicendamento degli organi dell’alta direzione e della direzione. L’Autorità di vigilanza si attende comunque che gli avvicendamenti pianificati a livello degli organi siano comunicati alla FINMA prima che diventino di pubblico dominio. Ciò consente di evitare di dover revocare una scelta o nomina già resa nota, laddove la persona in questione non offra alcuna garanzia di un’attività irreprensibile.

Modalità della notifica

La notifica alla FINMA può avvenire in via informale, tuttavia deve contenere un curriculum vitae aggiornato della persona prevista per la funzione direttiva in questione. La FINMA interviene se la persona è o è stata coinvolta in un procedimento di vigilanza o penale oppure se contro di essa devono essere formulate delle riserve per altri motivi.