Chi è la FINMA > Attività > Assicurazioni > Assicurazioni malattia stampare

Vigilanza assicurazioni malattia

L'attività di vigilanza sulle assicurazioni malattia è suddivisa tra l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), che si occupa dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie e dell'assicurazione facoltativa d'indennità giornaliera ai sensi della Legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal; RS 832.10), e l'Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA), che si occupa delle assicurazioni complementari soggette alla Legge sul contratto d'assicurazione (LCA; RS 221.229.1).

Ai sensi della Legge sulla sorveglianza degli assicuratori (LSA), le compagnie di assicurazione malattia devono costituire un patrimonio vincolato per garantire mediante valori patrimoniali i diritti dei contraenti dell'assicurazione, osservando le prescrizioni relative agli investimenti che prescrivono l'attuazione di una politica d'investimento prudente.

La FINMA sorveglia anche le riserve tecniche degli assoggettati ed esige che questi dispongano di sufficienti fondi propri liberi e non gravati (solvibilità I). La vigilanza viene completata con strumenti quantitativi e qualitativi, che comprendono il Test svizzero di solvibilità (SST), mediante il quale viene calcolato il fabbisogno di capitale delle società di assicurazione in rapporto al profilo di rischio, e il Swiss Quality Assessment (SQA), che si focalizza su tematiche come la corporate governance, la gestione dei rischi e il sistema interno di controllo (SIC).

Per quanto riguarda l'assicurazione complementare e l'assicurazione di indennità giornaliera individuale, la LSA prevede un controllo preventivo dei prodotti. Ciò significa che l'assicuratore può iniziare a commercializzare le relative assicurazioni solo dopo che la FINMA ne ha approvato i premi e le condizioni. In questo modo si garantisce, da un lato, che le tariffe non siano né abusivamente elevate, né così basse da compromettere la solvibilità dell'assicuratore e, dall'altro, che le condizioni di assicurazione ottemperino alle prescrizioni sancite dalle leggi vigenti in materia. Lo stesso vale per le modifiche dei premi di prodotti di assicurazioni malattia già esistenti.

A differenza dell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie, nel caso delle assicurazioni malattia private non sussiste alcun obbligo di accettazione ai sensi della Legge sul contratto d'assicurazione (LCA). Gli assicuratori possono pertanto decidere se offrire o meno la copertura assicurativa alle persone interessate, ma rinunciano al diritto di disdetta in caso di prestazione. I tipi di assicurazione più importanti in termini di premi sono l'assicurazione collettiva di indennità giornaliera in caso di malattia, che garantisce l'obbligo di pagamento dello stipendio da parte del datore di lavoro in caso di malattia, e le assicurazioni complementari ospedaliere.

Gli assicuratori malattia privati sono imprese di assicurazione private ai sensi della LSA e casse malati. Dall'entrata in vigore della Legge federale sull'assicurazione malattie (LAMal) nel 1996 la quota di mercato degli assicuratori privati calcolata in base al volume dei premi delle assicurazioni malattia privati ha continuato ad aumentare raggiungendo circa l'80% nel 2011.

Ulteriori informazioni concernenti la vigilanza sull'assicurazione malattia sono disponibili nella Scheda informativa "La FINMA e l'assicurazione malattia complementare" (in tedesco).